rnd12.jpg
Home
Dove Siamo
Chi Siamo
Olio Biologico
Parco degli Ulivi
Ordini
Le Case
Le Spiagge
Idee Vacanza
Gite e Dintorni
Grotte e Gravine
Folklore
Ecologia
Irrigazione
Falde Acquifere
Cisterne e Riserve
Fognature
Impianti Elettrici
Riequilibrio
Trappole
Wwoofers
Scrivici
Poesia/Romanzi
 
 


Agricoltura Biologica

 
 
 
 

Ecologia - Trappole

 
 
Le "trappole" usate ai Poderi del Sole sono di diversi tipi:

Trappole a capannina:

Image

Rivestita all'interno di un collante e con una fialetta di feromoni femminili, relativi al tipo di insetto che si vuole monitorare, possibile seguirne l'arrivo, la presenza e lo sviluppo con osservazioni settimanali onde prevenire per tempo eventuali picchi generazionali. L'uso generalizzato per la cattura massale dei maschi, lascia le uova non fecondate, ma si rivela di costi molto alti. E' utile per segnalare la curva delle presenze relative alla tignola e alla mosca dell'olivo.

Trappole a busta:

Image

Di costo relativamente contenuto, viene usata per la cattura massale della mosca dell'olivo e installata in maniera progressiva. In pratica una busta, imbevuta all'esterno di Deltametrina, contenente un attrattivo alimentare per maschi e femmine; agisce per contatto.

Trappole a bottiglia:

Image

Di costo estremamente ridotto, usata per la cattura massale di tutti gli insetti che risultino dannosi per le colture in atto. E'composta da un tappo particolare di colore giallo ( brevetto italiano ) che si fissa ad un ramo e di una bottiglia di plastica, riciclata dall'uso domestico, inserita al di sotto del tappo. Si inserisce nella bottiglia litro d'acqua e un attrattivo odoroso secondo il tipo di insetto che si vuole catturare.
Con una sarda si attirano tutti i tipi di mosche ( mosca dell'olivo, della frutta, comune, mosconi ) e le vespe; con aceto rosso, zucchero e un po' di menta si attirano i lepidotteri, le tignole, i calabroni.
In pratica il colore giallo attira gli insetti da lontano, l'odore li porta sotto il tappo; gli insetti entrano nell'apertura della bottiglia e non escono pi accumulandosi all'interno in modo impressionante.
Tale tecnica, di costo ridottissimo e dai risultati notevoli, vale per qualunque tipo di insetto volante a patto che si usi l'attrattivo odoroso specifico per l'insetto che si vuole catturare.

Trappole di fibra acrilica:

Image

Sono fasce di fibra acrilica, avvolte attorno ai tronchi delle piante di olivo, sopratutto se di pochi anni, per bloccare la risalita degli insetti terricoli (specialmente Oziorrinco) che erodono le foglie tenere bloccando lo sviluppo della pianta. Gli insetti, neri e notturni, restano impigliati con le zampe nelle fibre della fascia; il sole del giorno li uccide.

Sono in corso prove per la cattura del Rodilegno, che nella fase di larva scava dannose gallerie nei rami e nei tronchi, quando ancora nello stadio di farfalla (Zeuzera Pirina). In caso di eccezionale sviluppo di "Margaronia" sulle cime delicate degli olivi previsto l'uso del Bacillus Turingiensis, variante Kurstaki.

In questi due ultimi casi lo sviluppo degli alberi, non forzato dai concimi chimici, pi graduale e "diverso"; le piante sembrano pi forti e meno "appetibili" agli insetti.

Sono in atto prove di contenimento della Carpocapsa (Cidia molesta) sulle piante di mele.

Image

CHI AVESSE DELLE ESPERIENZE IN MERITO E' PREGATO DI CONTATTARCI, GRAZIE.